Wrongland ricominicia. Davvero.

Ciao a tutti.

Questa notizia può avere il sapore del “già sentito” ma questa volta ci siamo. WRONGLAND, l’amata serie machinima horror, finalmente, ricominicia! La Season 3 è finalmente LIVE!!!! Dopo un primo tentativo (non troppo riuscito) di riportare sugli schermi la terza stagione, BNV Entertainment ha deciso di ritentare la strada del LIVE BROADCAST e, quindi, il sito di WRONGLAND, di fatto, diventa un repository per quanto è stato (le prime due stagioni) ed un accesso privilegiato alla terza stagione.

Ma che significa che è LIVE? Semplice: significa che Bob ha ricominciato a trasmettere da una postazione più comoda ed ora è in grado di inviare video in streaming di quanto accade attorno alla casa di cui ha preso possesso.

E non solo. Gli scienziati dell’Isomp Sible Labs sono riusciti ad hackerare Twitter ed a creare un account che raccolga ogni informazione inviata da Bob nel nostro universo. E non basta: se sembra che la cosa si bidirezionale quindi chiunque di voi può scrivere a Bob, sperando di contattarlo e di ricevere risposta.

Che aspettate, dunque? WRONGLAND ricomincia! Esploriamo quell’universo di nuovo insieme!

Annunci

Auguri

Ciao a tutti.

Siamo giunti, ancora una volta, al periodo natalizio, periodo in cui ci si riposa e in cui i lavori di BNV Entertainment solitamente rallentano. Anche quest’anno, come consuetudine, vi auguriamo un serenissimo NATALE ed un BUON ANNO NUOVO, nella speranza che possiate divertirvi ed essere felici il più possibile.

E BNV? Per noi, questo periodo, coinciderà con un riposo dei lavori ed una distensione rilassante che, si spera, porterà consiglio e nuove idee. Alcuni progetti, tuttavia, non si fermeranno del tutto ma proseguiranno, anche se più lentamente.

ARTIFICIALI 2.0, ad esempio, continuerà ad ampliarsi, aggiungendo man mano altre stanze evocative e, forse forse, anche la seconda lettera, da trovare in questa sorta di caccia al tesoro digitale ricca di sensazioni e di emozioni.

Non solo, anche la stesura di STAYINFORD FILES (il cui titolo, lo ricordiamo, è sempre provvisorio) continuerà e si cercherà di portare a termine gli ultimi 4 capitoli mancanti (al momento, fra l’altro, siamo oltre quota 500 pagine).

Insomma, un periodo tranquillo e di relax che permetterà di riprendere fiato e di rilanciare la creatività con lo slancio di questi ultimi due mesi.

Nel frattempo, ancora una volta, vi auguriamo le migliori feste possibili.

Un grande abbraccio 🙂

La Wunderkammer apre i battenti

Dopo settimane di attesa, finalmente, BNV Entertainment apre i battenti della sua Wunderkammer e lancia il blog di ARTIFICIALIA 2.0, il nuovo laboratorio artistico che, virtualmente, si ricollega la lavoro fatto con NOCTURNO, tempi addietro.

ARTIFICIALIA 2.0 rappresenta un passo avanti nella ricerca artistica di BNV Entertainment e si sofferma su ragionamenti che traggono spunto proprio dalla demarcazione netta tracciata con NOCTURNO e mai adeguatamente approfondita.

ARTIFICIALIA 2.0 è, di fatto, una metanarrazione (come già accennato nei post precedenti) in cui la storia è creata dall’utente che attraversa la Wunderkammer secondo un percorso non prefedinito anzi, stabilito in real-time, step-by-step, un click dopo l’altro.

La struttura a stanza collegate fra loro in maniera non così evidente permette, appunto, la metanarrazione dei concetti nascosti dietro al design delle stanze o ai testi delle famose “Letters From The Wunderkammer”.

Il lavoro di BNV Entertainment per ARTIFICIALIA 2.0 è stato lungo e molto, molto ragionato (le prime idee risalgono almeno al 2010) e la realizzazione sicuramente sofferta e laboriosa.

Ora, però, ARTIFICIALIA 2.0 è una realtà che, giorno dopo giorno, si amplia, inglobando altre stanze e altre lettere e presto, molto presto, porterà la metanarrazione stessa ad un livello più alto, introducendo una sorta di “interazione narrativa” con gli utenti.

Di cosa si tratta? E’ ancora presto per svelarlo. Al momento godetevi la nostra Wunderkammer così com’è.

Benvenuti ad ARTIFICIALIA 2.0.

Il progetto ARTIFICIALIA 2.0

Dopo qualche settimana di silenzio è ora di svelare qualcosa in più su questo nuovo progetto .

Come già detto, questo progetto è stato inizialmente pensato come un museo virtuale ed è stato in lavorazione (e riadattamento) da mesi. Pensato, all’inizio, come una rielaborazione in chiave machinima de “L’Antologia Di Spoon River” da volersi realizzata con una forte impronta lynchiana, nei piani di BNV Entertainment ARTIFICIALIA 2.0 è da considerarsi il NOCTURNO del 2012-2013 ed è realizzato con THE SIMS 3 e con altre piattaforme videoludiche (come, ad esempio, Muvizu).

ARTIFICIALIA 2.0 dovrebbe vedere la luce ai primi di Dicembre e sarà accessibile attraverso un blog apposito (come sempre) creato ad hoc da BNV Entertainment (ulteriori info sul blog più avanti). Ma andiamo con ordine, perchè  per spiegare cos’è ARTIFICIALIA 2.0 occorre fare un piccolo passo indietro e partire dai concetti alla base di questo progetto. Buona lettura 🙂

L’IDEA ALLA BASE DEL PROGETTO

Questo progetto è nato attorno ad un’idea. Quella di museo, inteso come non-luogo dove, forzatamente, sono esposti e quindi obbligati a coesistere, oggetti che appartengono alla realtà o rappresentazioni della realtà stessa. In maniera totalitaria, essenziale e distinta. Il museo è una selezione accurata di quanto può essere interessante o bello (definizione lasca e meno vincolante del più generico termine stesso) agli occhi di un visitatore e questo, de facto, lo rende una selezione particolare. Un punto di vista del curatore nei confronti del visitatore.

Questo non è più sufficiente. Non è oculato raccontare una storia attraverso i protagonisti esposti al museo se questi sono stati, preventivamente, censurati. Occorre andare più a fondo, scavare nella memoria del passato per ritrovare un contesto moderno al quale adattare tale scoperta. Ecco quindi maturare, nel tempo, la volontà di trasformare il museo in un concetto e di ripercorrere la storia di quel concetto. Rielaborarlo partendo dalle sue origini: la Wunderkammer.

da Wikipedia

Per un certo verso, la Wunderkammer si può considerare come il primo stadio dello sviluppo del concetto di museo, sebbene non abbia di quest’ultimo le caratteristiche della sistemazione e del metodo, ma per realizzare il quale non di rado si partì dal contenuto di wunderkammer ereditate da privati e messe poi a disposizione del pubblico. Infatti, tutti gli oggetti che destavano meraviglia nei secoli sopra citati, erano strettamente legati all’idea di possesso da parte dei privati. […] Quelli che la natura stessa forniva erano detti, con termine latino, naturalia e potevano avere in sé qualcosa di eccezionale relativamente alla forma o alle dimensioni. […] Diversi ma ugualmente ambiti erano gli oggetti creati dalle mani dell’uomo, detti artificialia, particolari per la loro originalità ed unicità, fatti con tecniche complicate o segrete e provenienti da ogni parte del mondo. Tutti questi reperti erano mirabilia, ovvero cose che suscitavano la meraviglia.

La Wunderkammer non operava una selezione nè una censura. Era una rappresentazione a tutto tondo. Una narrazione omnidirezionale. Su questo concetto, dunque, si basa l’elaborazione del progetto e sulla volontà di ottenere una panmeraviglia ovvero una contemplazione del tutto che si trasforma in meraviglia.

REALIZZARE ARTIFICIALIA 2.0

La simulazione videoludica è da considerarsi, oggi, una vera e propria arte, in grado di suscitare emozione e meraviglia. Una digitalia che, nel tempo, ben si è affiancata alle naturalia e artificialia e si è discostata dalla mera interazione ludica iniziale fino a coniugarsi in una sorta di azione-interazione sempre meno sperimentale, ridefinendo, ancora una volta (o, forse, definando finalmente) il ruolo di spettAttore.

Queste artificialia 2.0 sono l’oggetto d’esistere di questa particolare Wunderkammer che raccoglie, quasi ad esaltarne, i tratti salienti di questi concetti virtuali concretizzati in una focalizzazione a tutto spettro che rende al contempo l’interazione una narrazione e viceversa. In questo interlock digitale il level design è quanto mai prominente in quanto il mezzo videoludico risulta così permettere contemporaneamente la narrazione attraverso l’interazione e l’interazione attraverso la narrazione. Una sorta di loop infinito. Un continuum indissolubile. Un moderno e destrutturato Yin a Yang.

LO SCOPO

Lo scopo di ARTIFICIALIA 2.0, dunque, è quello di riassumere le emozioni generate da queste opere moderne, esagerandole ed estremizzandole, riadattare al contesto della Wunderkammer il prodotto ottenuto e presentare, sotto nuova forma, queste opere in chiave artistica, cercando di applicare un processo di umanizzazione che possa, in qualche modo, raccontare la natura delle essenze eterne che, a prima vista, sembrano albergare in questi costrutti digitali.

LA PRESENTAZIONE

La forma di presentazione non vuole in nessun modo prevaricare il contenuto e, pertanto, questa Wunderkammer sarà visitabile in una maniera che ben si adatta al mondo digitale di oggi ovvero è stata resa navigabile. Ogni antro e anfratto di questa Wunderkammer (che volutamente evoca, a tratti, la loggia nera di lynchiana memoria) è stato dunque collegato ad altri, in maniera evocativa e poco strutturata. Frammentata.

ARTIFICIALIA 2.0 è un viaggio onirico, una metanarrazione che, esattamente come le mirabilia che espone, si racconta e si snoda solo attraverso l’interazione con l’utente.

E viceversa.

Aggiornamento di fine Ottobre 2012

Dopo tanto tempo è necessario  un aggiornamento su queste pagine. Troppo tempo è passato, scusate. Ma le cose accadute e i progetti sul quale si sta lavorando su tanti che ogni tanto è difficile avere il tempo di tirare le file del discorso.

Detto questo, amici miei, facciamo un po’ il punto della situazione: come accennato nei posto precedenti, Matteo è stato intervistato da un ricercatore dell’Università Luiss Guido Carli sull’argomento inerente alla “Cultura videoludica” (e non solo). Ovviamente, questo ci fa molto piacere e ci dà lo slancio per proseguire in maniera ancora più esaltante il nostro percorso autoriale.

Chiuso ormai da tempo il progetto di ODYSSEY, il cortometraggio di fantascienza in cui si esplora la condizione umana in una sua forma più intimistica e personale, BNV Entertainment è al lavoro su diversi progetti.

Sulla nostra pagina Facebook avete potuto leggere che non si sta lavorando solo al nuovo libro ma che ci sono diversi progetti in cantiere, almeno un paio. Bene, è il momento di far luce su quanto si sta lavorando.

Innanzitutto, parliamo di uno dei progetti più “elaborati” di BNV Entertainment che ha cambiato pelle e profilo tantissime volte e che, finalmente (e questa volta lo si dice senza paura di essere smentiti) ha trovato la sua giusta collocazione. Parliamo del progetto che fino a poco tempo fa doveva intitolarsi LETTERS FROM THE ASYLUM, la nuova produzione autoriale da intendersi come la rielaborazione in chiave machinima de “L’Antologia Di Spoon River”. In questo periodo il progetto è stato rivisto e modificato (e ancora e ancora) ed oggi si può affermare senzadifficoltà che il nuovo progetto nato da questa elaborazione “ardita” si chiamerà ARTIFICIALIA 2.0 – LETTERS FROM THE WUNDERKAMMER.

Il titolo la dice lunga (forse) sulle intenzioni di questo progetto ma non vi preoccupate, a breve un post dedicato a questo progetto vedrà la luce su questo blog. Molto presto. Infine, per concludere, sappiate che prosegue la stesura di STAYINFORD FILES (titolo provvisorio), il romanzo dal sapore fantascienfico che, ormai, ha superato la soglie delle 500 pagine. Un romanzo vero e proprio che sta per vedere conclusa la sua scrittura per poi passare alla fase di editing e revisione. Insomma, di carne sul fuoco, come sempre, ce n’è molta. Ecco il dettaglio delle produzioni e dei progetti in corso e allo studio. Enjoy 😉

IN LAVORAZIONE

STAYINFORD FILES (romanzo, titolo provvisorio)

Romanzo dal sapore fantascientifico investigativo tratto da un soggetto originale. Al momento siamo già a quota 503 pagine. Questo è sicuramente uno dei progetti “di punta” del 2012 di BNV Entertainment.

AI PIEDI DELLA MOLE (romanzo, titolo provvisorio)

Proprio mentre è in corso la scrittura di STAYINFORD FILES, si è contemporaneamente al lavoro sulla stesura di un nuovo romanzo, ambientato a Torino, dai toni più dark e con un tocco di horror che non guasta mai. L’idea è nata nell’arco di poche ore e la prima stesura è molto promettente. Il Treatment è quasi ultimato. Si prevede di iniziarne la stesura non appena conclusa quella di STAYINFORD FILES.

ARTIFICIALIA 2.0 (installazione web)

Inizialmente pensato come un museo virtuale e in lavorazione (e riadattamento) da mesi, questo progetto è una rielaborazione in chiave machinima de “L’Antologia Di Spoon River” realizzata con una forte impronta lynchiana. E’ da considerarsi il NOCTURNO del 2012-2013. Realizzato con THE SIMS 3 e con altre piattaforme videoludiche.

ALLO STUDIO

ANTONIO E BASSANIO (cortometraggio, titolo provvisorio)

Liberamente ispirato ai capolavori e alle opere di William Shakespeare questo progetto sarà inteso esattamente come il DISCORSO DRAMMATICO ovvero sarà realizzato come una produzione teatrale. Al momento ancora non è chiaro con quale piattaforma sarà realizzato anche se è presumibile supporre che, alla fine, la scelta ricadrà su MUVIZU.

INDAGINI NOIRE (radioromanzo, podcast, titolo provvisorio)

Più che un progetto, una scommessa. La stesura di questa storia è in fase embrionale ma l’attenzione di BNV Entertainment su questo progetto è alta. Il progetto nasce da una collaborazione fra BNV Entertainment ed un altro partner (il cui nome sarà svelato più avanti) ed è qualcosa che ancora BNV Entertainment non ha mai provato e per questo la possibilità di non riuscire nell’intento è alta. Ma la dedizione lo è ancora di più. Vedremo.

STILL DIGITAL (installazione web, titolo provvisorio)

Una installazione web che persegue prettamente il filone artistico della Digital Art. Concettualmente, questa installazione potrebbe essere affiancata a LETTERS FROM THE MUSEUM e prevede le realizzazione di una serie di nature morte digitali, realizzate con diverse piattaforme videoludiche. Un lavoro intenso ma molto, molto interessante dal punto di vista realizzativo.

T.O.M. (cortometraggio)

Uno dei cortometraggi ancora “allo studio” di BNV Entertainment. Essenzialmente si tratta di un mockumentario fantascientifico. E proprio per questo la storia raccontata sarà sicuramente attuale. Solo, sarà raccontata sotto un punto di vista differente, così da cercare di focalizzarsi su un problema serio, quello dell’aborto, spostando il baricentro del racconto su un piano diverso. Al momento ancora non è chiaro con quale piattaforma sarà realizzato.

WHAT A WONDERFUL WORLD (cortometraggio)

Ispirato dalla celebre canzone, questo cortometraggio è, in realtà, una sorta di tributo-rielaborazione di un tema perennemente, purtroppo, alla ribalta ai giorni nostri: la guerra. Un corto semplice ma al contempo molto potente, che cercherà di ricordarvi che nonostante tutta la nostra evoluzione e la nostra cultura, siamo e resteremo sempre vittime della nostra aggressività. Sarà realizzato THE MOVIES.

PROJECT CHRONO (web-series, 3° episodio)

Cominciamo dai pezzi da 90. Doveva arrivare sui vostri schermi già nel 2010 ma, purtroppo, vicissitudini diverse hanno procrastinato la produzione di questo terzo episodio. BNV Entertainment non lascia certo dietro la sua punta di diamante, la sua produzione più spumeggiante. Purtroppo, però, le tempistiche, per questa produzione esosa (in termini di tempo e risorse) si allargano sempre di più. Questa volta l’azione sarà incentrata quasi completamente su Eve, costretta a fare i conti con le angosce del proprio passato e le sfide del presente. Un’altra avventura, un’altra sfida. Sempre al limite del fantascientifico e dell’investigazione. Riuscirà Eve a restare se stessa, di fronte alla verità che aspetta solo di essere trovata? Realizzato con THE SIMS 2 e THE SIMS 3.

WRONGLAND (web-series, 3a stagione)

Dopo aver provato a rilanciare la 3a stagione come una sorta di esperimento LIVE, BNV Entertainment sta studiando un modo ancora più interessante per far ripartire questa serie. Al momento, dunque, questa terza stagione della nostra web-series preferita è in una fase di studio approfondito in cui si sta lavorando alacremente. Per questo motivo, al momento, alcuni dei previsti episodi sono in fase di “riscrittura”, così da poter garantire, eventualmente, spazi di manovra adeguati per il susseguirsi di azione di suspance per un’eventuale futura 4a stagione. Non solo, nei piani è presente anche un episodio “speciale” di sicuro impatto. Realizzato con THE SIMS 2 e THE SIMS 3.

WRONGLAND diventa un esperimento LIVE

Nonostante il caldo, l’afa e l’arsura, BNV Entertainment sta lavorando, in questi giorni, ad un nuovo progetto. O, meglio, all’evoluzione di un progetto solido e ben costruito come è la serie WRONGLAND.

Da tempo, infatti, ci si è interrogati sul possibile futuro di questa serie (giunta alla sua terza stagione, ancora da trasmettere). Ebbene, dopo tanti ragionamenti, BNV Entertainment ha deciso di tentare una strada ancora inesplorata, per quanto riguarda il machinima e il modo di narrare le proprie storie.

WRONGLAND, dunque, subirà una trasformazione che, nelle speranze di BNV Entertainment, lo renderà diverso ma in grado di proseguire l’intricata narrazione degli eventi.

Cosa diventerà? Beh, una sorta di esperimento LIVE. In queste ore si sta costruendo l’infrastruttura per rendere fattibile questo esperimento che, si spera, vi incuriosirà e vi spingerà a seguire le vicende di Bob in un modo sicuramente più “interattivo”. Siete curiosi? Non dovrete far altro che attendere qualche giorno (più verosimilmente, qualche settimana, ma non si sa mai…) e lo scoprirete.

Nel frattempo, è molto probabile che troverete il sito di WRONGLAND in rifacimento. L’idea è quella di rendere le informazioni relative alla serie molto più fruibili e molto più interessanti (il sito, d’altronde, è stato uno dei primi ad essere realizzato ed è, francamente, un po’ scarno in termini di appeal e di contenuti).

Work in progress, dunque. Se avrete voglia di seguirci, in questo torrido agosto e nei primi giorni di settembre, WRONGLAND (e Bob al seguito) cercheranno di intrattenervi al meglio.

Nel frattempo, buon Ferragosto a tutti quanti!

 

 

 

ODYSSEY è online!

Da ieri pomeriggio, finalmente, ODYSSEY è online sul nostro canale di YouTube. La lavorazione è stata lunga e la gestazione di questo cortometraggio ha significato per BNV Entertainment un ragionamento profondo sull’uso del mezzo machinima e sulla sua evoluzione.

Il lavoro è concluso, dunque e potete godervi, dunque, i ventisei minuti di questo nuovo cortometraggio di fantascienza.

ODYSSEY è un viaggio interiore. Un viaggio attorno alla condizione umana, usurpata nella sua centralità dalla tecnologia che, da un lato le permette di sfiorare lidi remoti ed impensati ma che, dall’altro, le strappa continuamente vita e fantasia.

Il viaggio non è quello dell’esplorazione spaziale, qui mostrato come pericoloso e rischioso bensì quello della conoscenza del proprio io, della propria esistenza, dei limiti umani che, nonostante tutto, ricadono nell’operato di ognuno di noi senza se e senza ma.

L’umanità è aggredita dalla tecnologia, non riesce a tenere il passo dell’evoluzione tecnica. Moralmente e psicologicamente, la razza umana è all’incirca coeava della scoperta del fuoco. Non si può pensare che possa comprendere appieno gli strumenti che essa stessa crea per il proprio diletto o per il proprio avanzamento sociale.

Ma non tutto è perduto. Di fronte alla perdita più grande e importante, quella della propria razza e, quindi, della propria realtà quotidiana, la tecnologia incontra l’ultima necessità: quella di portare avanti, comunque, un messaggio e un messaggero. Dalle fattezze tecnologiche, certo, ma costruito dalle mani di un umano, di un uomo.

Un uomo che ha perso tutto ma non la speranza in un futuro, comunque, ricco di umanità. In grado di trascendere quei confini che la sua stessa natura gli impone. E’ un circolo chiuso in cui ogni cosa ritorna, alla fine, alla sua origine. Dio e l’uomo. L’uomo e la macchina, in un’esacerbante caleidoscopio di incertezze e di profonde riflessioni sullo scopo ultimo di chi, come il protagonista, ricerca a tutti i costi la conoscenza.

La risposta è alla fine rivelata e troverà il significato ultimo dell’esistenza nella realizzazione di qualcosa di “altro”, di inumano. Di tecnologico. Solo con la tecnologia l’uomo è davvero umano, in quanto infonde la vita, dopo averla persa.

Una riflessione, quest’ultima, non così scontata, dopotutto.

  • COLLABORIAMO CON

  • I NOSTRI DOPPIATORI

  • I NOSTRI PARTNER

  • I NOSTRI AMICI

  • SELEZIONE DI LAVORI

  • CALENDARIO

    gennaio: 2019
    L M M G V S D
    « Feb    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
  • NEWS RECENTI

  • © BNV Entertainment

    Creative Commons License
  • ULTIMI COMMENTI

  • ULTIMISSIME DA TWITTER

    Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

  • Inserisci il tuo indirizzo email e Iscriviti al blog di BNV Entertainment. Riceverai i nuovi post anche via email.

    Segui assieme ad altri 4 follower

  • VISITATORI

    • 9.508 Visitatori